ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XV - n. 02 - Febbraio 2023

  Ultimissime



Carenza dei presupposti per il rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia dell’Unione europea nel giudizio di cassazione. Pronuncia della Suprema Corte.

   Consulta il PDF   PDF-1   

Corte di Cassazione, Sez. VI, sent. del 22 novembre 2022, n. 44436.

La Sesta Sezione penale ha affermato che nel giudizio di cassazione non sussistono i presupposti per il rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia dell’Unione europea ai sensi dell’art. 267 TFUE, ove la parte si limiti a censurare direttamente l’incompatibilità con il diritto eurounitario delle conseguenze di fatto derivanti dall’interpretazione del diritto interno, senza sollecitare un’esegesi generale e astratta della normativa nazionale ritenuta incompatibile con quella europea. (Fattispecie in cui la Corte ha escluso che fosse suscettibile di rinvio pregiudiziale il quesito se potesse ritenersi terzo e imparziale un collegio giudicante composto da giudici iscritti all’associazione nazionale magistrati, costituenda parte civile nel processo a carico di un imputato, che dalla stessa era stato precedentemente espulso).