ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XIII - n. 09 - Settembre 2021

  Ultimissime



La Suprema Corte di esprime sull'integrazione del reato di abuso di ufficio a seguito della riforma operata dalla Legge n. 120/2020.

   Consulta il PDF   PDF-1   

Corte di Cassazione, Sez. VI, sent. del 8 settembre 2021, n. 33240.

La Sesta Sezione ha affermato che, anche a seguito della riformulazione del reato di abuso di ufficio ad opera dell’art. 23, d.l. 16 luglio 2020, n. 76, conv. con mod. nella legge 11 settembre 2020, n. 120, ai fini della integrazione del reato, la violazione di norme contenute in regolamenti può rilevare nel caso in cui esse, operando quali norme interposte, si risolvano nella specificazione tecnica di un precetto comportamentale già compiutamente definito nella norma primaria e purchè questa sia conforme ai canoni della tipicità e tassatività propri del precetto penale.