ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XII - n. 09 - Settembre 2020

  Ultimissime



Dimezzamento dei termini processuali nelle controversie aventi ad oggetto atti di espropriazione per pubblica utilità.

   Consulta il PDF   PDF-1   

Consiglio di Stato, Sez. IV, sent. dell'11 settembre 2020, n. 5427.

E' pacifico che alle controversie aventi ad oggetto atti delle procedure espropriative, quali le dichiarazioni di pubblica utilità anche implicite nella approvazione di opere pubbliche o strumenti urbanistici attuativi, si applicano (sin dalla vigenza dell’art. 19, d.l. n. 67 del 1997 e successivamente dell’art. 23 bis l. TAR), le speciali disposizioni che dimezzano tutti i termini processuali, inclusi quelli per proporre appello, anche se invocati per la prima volta in sede di gravame e senza che possa essere concesso il beneficio della rimessione in termini per errore scusabile (cfr. ex plurimis Cons. Stato, sez. IV, n. 5066 del 2018; n. 4661 del 2017; sez. V, n. 6099 del 2014; n. 1218 del 2013; sez. IV, n. 9376 del 2010; sez. V, n. 4804 del 2008).