ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XIV - n. 12 - Dicembre 2022

  Ultimissime



Legittimità della richiesta di chiarimenti da parte della Stazione appaltante alla ditta risultata vittoriosa dopo la proposta di aggiudicazione. Pronuncia del TAR Napoli.

   Consulta il PDF   PDF-1   

TAR Napoli, Sez. VIII, sent. del 28 luglio 2022, n. 5098.

L’operato della Stazione appaltante è legittimo anche nella parte in cui ha chiesto chiarimenti alla Omissis dopo la proposta di aggiudicazione. Va rammentato, in proposito, che l’art. 85 co. 5 del d.lgs. 50/2016 (codice dei contratti pubblici) consente alla Stazione appaltante di chiedere ai partecipanti “in qualsiasi momento nel corso della procedura, di presentare tutti i documenti complementari o parte di essi, qualora questo sia necessario per assicurare il corretto svolgimento della procedura” e, inoltre, di effettuare ulteriori verifiche a carico del primo classificato nella fase tra la proposta e l’aggiudicazione “prima dell'aggiudicazione dell'appalto, la stazione appaltante richiede all'offerente cui ha deciso di aggiudicare l'appalto … di presentare documenti complementari aggiornati conformemente all'articolo 86 e, se del caso, all'articolo 87”.

La richiesta di chiarimenti n. 3569 del 20.1.2022 non introduce alcun elemento di perplessità nell’azione amministrativa, trattandosi di una richiesta legittimamente rivolta al primo classificato nella fase tra la proposta e l’aggiudicazione.