ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XVI - n. 06 - Giugno 2024

  Ultimissime



La Suprema Corte si esprime in tema di patrocinio dei non abbienti.

   Consulta il PDF   PDF-1   

Corte di Cassazione, Sez. IV, sent. del 6 giugno 2024, n. 22854.

La Quarta Sezione penale, in tema di patrocinio dei non abbienti, ha affermato che il giudizio di cui all’art. 99 d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115, avverso il provvedimento con cui il giudice competente rigetta l’istanza di ammissione non è a critica vincolata, in quanto consente la piena devoluzione al giudice dell’opposizione delle questioni relative all’accertamento dei presupposti del beneficio, sicché quest’ultimo, a seguito del rigetto dell’istanza, quali che siano le ragioni indicate nel provvedimento reiettivo, è tenuto ad applicare la regola di giudizio corrispondente a quella di cui all’art. 96 d.P.R. citato, con obbligo di procedere alla valutazione composita degli indici in esso indicati, ivi compresi quelli indiziari, secondo le acquisizioni processuali e senza possibilità di dare ingresso a presunzioni assolute o a criteri di gerarchia tra le medesime fonti di prova.