ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XII - n. 09 - Settembre 2020

  Ultimissime



Rimessa alla Corte Costituzionale la legge regionale del Lazio che estende il divieto di condono alle opere precedenti al vincolo di inedificabilità relativo.

   Consulta il PDF   PDF-1   

TAR Lazio, Sez. II, ordin. del 20 dicembre 2019, n. 14632.

È rilevante e non manifestamente infondata, per violazione degli artt. 3, 42, 97, 103, 113 Cost. la questione di legittimità costituzionale dell’art. 3, comma 1, lett. b), l.r. Lazio 8 novembre 2004, n. 12, nella parte in cui – in materia di condono di opere in presenza di vincoli di inedificabilità – contiene una disciplina di maggior rigore, rispetto a quella nazionale contenuta nel d.l. n. 269 del 2003, statuendo che “non sono comunque suscettibili di sanatoria”, tra le altre fattispecie indicate in detta disposizione, “le opere di cui all'articolo 2, comma 1, realizzate, anche prima della apposizione del vincolo, in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio e non conformi alle norme urbanistiche ed alle prescrizioni degli strumenti urbanistici, su immobili soggetti a vincoli imposti sulla base di leggi statali e regionali (....) nonché a tutela dei parchi e delle aree naturali protette nazionali, regionali e provinciali”. (1)