ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XI - n. 12 - Dicembre 2019

  Ultimissime



Respingere i migranti è illegale. Storica sentenza del Tribunale di Roma.

Tribunale civile di Roma, sent. del 28 novembre 2019.

Il Tribunale civile di Roma con una storica sentenza ha sancito che i respinti hanno diritto al risarcimento del danno e all'ingresso in territorio italiano per presentare domanda di asilo.

I fatti risalgono al  27 giugno 2009 quando un gommone con 89 persone partito dalla Libia fu intercettato da una nave militare italiana con il motore in avaria ma i migranti vennero tutti riportati in Libia. Il ministro dell'Interno era Roberto Maroni.

Chi viene soccorso in mare e viene respinto, non solo può chiedere risarcimento ma può anche fare domanda di protezione internazionale in quel Paese.

E' questa la sentenza emessa dal Tribunale civile di Roma che, accogliendo un ricorso dell’Asgi e da Amnesty international Italia, ha deliberato che un gruppo di migranti soccorsi da una nave militare italiana nel 2009 e respinti hanno diritto al risarcimento del danno e all’ ingresso in territorio italiano per presentare domanda di asilo.

Il ricorso è stato presentanto da Amnesty International Italia e dall'Associazione per gli Studi Giuridici per l’Immigrazione tre anni fa presso il tribunale civile di Roma e la sentenza che ha dato ragione a quei migranti costituisce di fatto un precedente importante per tutti i respingimenti avvenuti in passato e che potrebbero avvenire in futuro.