ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XIII - n. 08 - Agosto 2021

  Ultimissime



Potere del magistrato di sorveglianza di revocare il provvedimento di ammissione al lavoro esterno. Pronuncia della Corte di Cassazione.

   Consulta il PDF   PDF-1   

Corte di Cassazione, Sez. I, sent. del 15 luglio 2021, n. 27374.

In tema di benefici penitenziari, la Prima sezione penale ha affermato che il magistrato di sorveglianza, stante la funzione di perdurante controllo assegnatagli dall’ordinamento, ha il potere di revocare il provvedimento di approvazione dell’atto dell’amministrazione penitenziaria di ammissione del lavoro all’esterno, in caso di rilevante mutamento delle condizioni che l’avevano determinato, fatto constatare senza esito all’amministrazione, e avverso tale provvedimento di revoca è ammissibile il reclamo al tribunale di sorveglianza.