ISSN 2039 - 6937  Registrata presso il Tribunale di Catania
Anno XI - n. 05 - Maggio 2019

  Giurisprudenza Amministrativa



L’obbligo di indicazione specifica delle attività da subappaltare. Il subappalto c.d. “necessario”. Un nuovo importante arresto sulla scia dell’Adunanza Plenaria n. 9 del 2015.

di CLAUDIO COSTANZI
   Consulta i PDF   PDF-1   PDF-2   

NOTA A TAR LAZIO - ROMA, SEZ. PRIMA BIS,

SENTENZA 7 gennaio 2019, n. 146

 di CLAUDIO COSTANZI

 L’obbligo di indicazione specifica delle attività da subappaltare. Il subappalto c.d. “necessario”.

Un nuovo importante arresto sulla scia dell’Adunanza Plenaria n. 9 del 2015.

Con la sentenza n. 146 del 2019 il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio è tornato ad occuparsi dell’annosa questione dell’obbligo di indicazione specifica in sede di offerta delle attività che si intende subappaltare, con particolare riferimento al subappalto c.d. “necessario”.

Si tratta di una pronuncia che si inserisce nel solco tracciato dall’Adunanza Plenaria n. 9 del 2015, con il pregio di affrontare una questione solo in parte trattata dal Massimo Consesso.